Ricette e sapori

Come nasce un Hamburger Gourmet ? Cominciamo dal Pane e dalla versione classica

Immagine Postato il

Noi amiamo gli Hamburgher di qualità, sono uno dei piatti più amati nelle nostre Hostaria delle Terre Verdiane, ecco una splendida ricetta da due blogger appassionati!

Come nasce un Hamburger Gourmet ? Cominciamo dal Pane e dalla versione classica.

Annunci

LA RICETTA DEL MARTEDÌ: Involtini di melanzane con Parmigiano Reggiano, mandorle e ricotta

Postato il Aggiornato il

1904276_10152817659132565_606004335_nSemplice, veloce e gustosa! Adatta ad un pranzo primaverile:

INGREDIENTI

• 2 melanzane
• sale e pepe
• olio extravergine d’oliva
• 80 g di uva sultanina
• 50 g di mandorle a lamelle
• 100 g passata di pomodoro
• 150 g di Parmigiano Reggiano
• 400 g di ricotta
• sale grosso

PREPARAZIONE

Lavare le melanzane e tagliarle a fette di circa 3-4mm. Disporre le fette di melanzana a strati in uno scolapasta alternandole con il sale grosso. Lasciare riposare circa 1 ora. Risciacquare le melanzane dal sale e asciugarle poi grigliarle in forno caldo per circa 2-3 minuti per lato. Far rinvenire l’uva sultanina in acqua tiepida per circa 10 minuti. Tostare le mandorle e aggiungerle all’uvetta rinvenuta e ben scolata. Lavorare la ricotta con 100g di Parmigiano Reggiano poi unire il mix di uva e mandorle, sale e pepe a piacere. Stendere il preparato sulle melanzane grigliate formando tanti involtini . Versare la passata di pomodoro sul fondo di una pirofila e disporre gli involtini. Spolverare gli involtini con il restante Parmigiano Reggiano e infornare a 200° per circa 15 minuti. Lasciar riposare 5 minuti fuori dal forno e servire.

(fonte: parmigiano-reggiano.it)

La ricetta del martedì: Cannoli al Prosciutto di Parma

Postato il Aggiornato il

INGREDIENTI PER PASTA DEL CANNOLO

200 g di farina 0
25 g di strutto
80 g di vino bianco
sale
INGREDIENTI PER FARCITURA
300 g di ricotta di pecora
60 g di cime di ortiche sbollentate
100 g di fette di Prosciutto di Parma
30 g di formaggio grattugiato
1 noce di burro
pepe
olio per friggere q.b.
Prosciutto di Parma e timo per guarnire

PREPARAZIONE

CANNOLIPasta da cannolo: amalgamate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto sodo. Lasciatelo riposare protetto da pellicola per alimenti in frigo per mezz’ora.

Nel frattempo preparate la farcia: in una padella con una noce di burro fate insaporire le ortiche tritate, poi regolate di sale e di pepe.
Versate la ricotta in una ciotola, insaporite con il formaggio grattugiato, sale e completate con le ortiche e una julienne di Prosciutto di Parma.

Tirate la pasta con la macchinetta o con il mattarello, poi incidete dei quadrati con i lati di 7/8 cm, avvolgeteli sulle apposite forme da cannoli. Bagnate con un po’ d’acqua la pasta che andrete a sovrapporre così da saldare bene i bordi.

Friggete i cannoli in olio caldo. Scolateli, lasciateli raffreddare, poi eliminate con delicatezza le forme.

Ponete la farcia in un sac à poche e farcite i cannoli.

Guarnite con triangolini tostati di Prosciutto di Parma e timo.

(fonte: http://www.prosciuttodiparma.com/)

La ricetta del martedì: Pane azzimo alla crusca di avena

Postato il

INGREDIENTI (4-6 persone)

100g di crusca di avena
300g di farina di grano tenero
un cucchiaio di olio extra vergine di oliva
mezzo cucchiaio di sale
acqua quanto basta per un impasto consistente

paneazzimo

PROCEDIMENTO

Impastare insieme tutti gli ingredienti in modo da formare un impasto di buona consistenza.
Dividere poi l’impasto in palle sferiche e stenderle in strato sottile con le mani o con un mattarello.
Cuocere le formelle facendole dorare su entrambe e facciate in una padella antiaderente con un velo d’olio d’oliva.

La ricetta: Scrigno di Venere

Postato il

scrigno-di-venereScrigno di Venere: si tratta di una ricetta (rivisitata) che ha conosciuto una fama inaspettata grazie a una delle ultime puntate di Masterchef Italia. Incredibile ma vero: un guscio di pasta brisé ripiena di minuscoli tortellini,saltati con besciamella e ragù. Tutto insieme.
Le origini sono, ovviamente, emiliane e precisamente di Bologna. Merito di del Ristorante “Al Catunzein” di Evio Battellani. 

Questa è la versione originale (attenzione, quantità esagerata di calorie):

Scrigno di Venere, dose per 4 persone (fonte: http://www.dissapore.com):

Per la pasta all’uovo:
uova intere, 2
farina 00, 200 gr

Per il ripieno dei tortellini:
macinato di bovino e maiale, 300 gr
mortadella, 200 gr
prosciutto crudo, 200 gr

Per il ragù di carne:
macinato di bovino e maiale, 300 gr
scalogno, 1
carota, 1
sedano, 1
vino bianco, 1/2 bicchiere
sale
pepe

Per la pasta brisé:
farina 00, 200 gr
burro, 100 gr
acqua, 70 ml

Per la besciamella:
latte fresco, 200 ml
burro, 10 gr
Farina 00, 10 gr
Un tuorlo d’uovo per glassare

Inizio con la preparazione della pasta all’uovo. Nella mente lo slogan dello chef Barbieri: “Tra un piatto e chi l’ha cucinato ci deve essere un rapporto intimo”. Penso alla torta di American Pie.

Faccio la tradizionale fontana con la farina setacciata, aggiungo le uova e comincio ad impastare. Una volta ottenuto un panetto liscio e morbido, con dentro le famose bollicine d’aria, copro con una ciotola e metto da parte.

Preparo la brisé sabbiando la farina con il burro, lo faccio con il mixer. Tre colpetti e la “sabbia” è pronta. Aggiungo l’acqua fredda, quasi ghiacciata, e impasto pochissimo, giusto il tempo di formare un panetto omogeneo e sodo. Lascio riposare in frigorifero.

Mentre gli impasti riposano io lavoro. Preparo un trito di scalogno, carota e sedano e salto in padella con dell’olio. Aggiungo il trito di carne, faccio rosolare e sfumo con il vino bianco.

Adesso tocca alla salsa, la besciamella in questo caso. Preparo un roux bianco facendo sciogliere il burro in un pentolino con il fondo spesso. Aspetto che la parte acquosa evapori e aggiungo in un colpo la farina setacciata. Faccio cuocere per qualche minuto e aggiungo il latte freddo e la noce moscata. Continuo a cuocere fin quando la besciamella non sarà abbastanza densa da velare il cucchiaio.

 Le mie basi sono pronte, si passa alla fase critica. Preparo il ripieno dei tortelli tritando la mortadella e il prosciutto crudo, quindi mescolo con il trito di carne e metto da parte.

Stendo la pasta con il matterello e ritaglio dei quadratini di 2cm per lato. Metto al centro uno spuntoncino di ripieno, richiudo a triangolo e unisco i lembi. Dopo qualche minuto mi pento di averli fatti così dannatamente piccoli.

Finito lo strazio, cuocio i tortelli in acqua salata per pochi minuti e salto in padella con la besciamella ed il ragù.

Lascio raffreddare.

Ungo leggermente gli stampini di coccio con pochissimo burro e stendo la pasta brisé molto sottile (3mm circa). Fodero ogni stampo con la pasta, riempio con i tortellini conditi e richiudo facendo un nodo. Taglio via gli eccessi di brisè con le forbici e pennello la superficie con il tuorlo d’uovo.

Cuocio in forno statico a 180° per 20 minuti circa e termino la cottura a 200° per dare un po’ di colore allo scrigno. Aspetto che si intiepisca e servo in purezza.

 (grazie a Rossella Neiadin)